Seminario del Consiglio Italiano per i Rifugiati: "La detenzione amministrativa e trattenimento  di fatto: legislazione nazionale, europea e prassi illegittime"

Il Consiglio Italiano per i Rifugiati organizza il seminario “La detenzione amministrativa e trattenimento di fatto: legislazione nazionale, europea e prassi illegittime”, che si terrà a Roma in data 14 novembre p.v. dalle ore 9.30 alle ore 17.00, presso l’hotel H10 in Via Amedeo Avogadro, 35.

L’incontro si inserisce nell’ambito del progetto transnazionale “Redline” finanziato da “The European Programme for Integration and  Migration” (EPIM) e svolto in collaborazione con Hungarian Helsinki  Committee (capofila), FAR (Bulgaria), Consiglio Greco per i Rifugiati, ECRE, Human Rights Watch, Global Detention Project.
Nel corso del progetto è stata svolta un’attività di ricerca e di osservazione sul campo circa le forme di detenzione che interessano migranti e richiedenti asilo, includendo nel novero delle stesse anche trattenimenti di fatto e, dunque, limitazioni della libertà personale (zone di transito, hotspots, centri di permanenza e rimpatrio).

Oltre alla presentazione della situazione in Italia e Ungheria in materia di detenzione e trattenimento di fatto, nella prima parte del seminario sono previsti gli interventi del Garante Nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale e dell’UNHCR. Il seminario ha inoltre come obiettivo quello di migliorare le competenze di avvocati di settore ed operatori legali specializzati anche appartenenti a ONG, e a questo riguardo vi sarà l’analisi di alcuni casi pratici di fronte alla CEDU.

Dato il limite di 40 posti disponibili, è necessaria l’iscrizione, scrivendo al seguente indirizzo: legale@cir-onlus.org

Scarica il programma dell'evento.

2018  ©  Sapienza Università di Roma